Arrivano i rinforzi nei quattro musei campani ai loro primi passi come strutture autonome. Ottanta persone andranno a rimpolpare lo scarno personale del Museo di Capodimonte e del Museo Archeologico Nazionale a Napoli, del parco archeologico di Paestum e della Reggia di Caserta. Il «bottino» più grosso è quello del sito reale napoletano – nei prossimi giorni a Capodimonte arriveranno 33 persone – il più magro, appena una persona in più, quello della Reggia di Caserta. In mezzo ci sono il Mann di Napoli dove ieri si è insediato il nuovo direttore Paolo Giulierini e il sito salernitano dove Gabriel Zuchtgriegel è prossimo all’insediamento che avranno entrambi ventitre persone in più.